AndrewZh è orangeblack

È già qualificato alla semifinale mondiale a Misano

Pronti per una nuova avventura: MotoGP eSport

Per qualcuno è stato un fulmine a ciel sereno, per noi è stata una decisione ponderata.

Domenica 19 Agosto 2018 abbiamo ufficializzato l’ingresso in MotoGP eSport.

Lo abbiamo fatto ufficializzando Andrea “AndrewZh” Saveri come pilota orangeblack.

Andrea “AndrewZh” Saveri – pilota di MotoGP eSport – inFerno eSports

 

Andrea è uno dei più promettenti giocatori di questo titolo, qualificarsi alla prima occasione, sulla prima pista Esports è da predestinati, farlo poi a 17 anni vuol dire avere quel tocco in più. Il percorso intrapreso insieme mira a farlo crescere professionalmente seguendolo in tutte le fasi e soprattutto puntando insieme al Mondiale.
– Fabio Battista, General Manager inFerno eSports

Andrea ha 17 anni ed è di Bologna. Da sempre affascinato dalle moto, ha trovato, nella serie di MotoGP, terreno fertile per dar sfogo alla sua passione. Passione che si unisce al talento ed a dimostrazione di ciò, AndrewZh ha raggiunto, grazie ad un giro al cardiopalma, la qualificazione alla tappa di MotoGP eSport a Misano; si terrà il 7 Settembre ed è la prima delle due semifinali che decreteranno il campione del mondo della categoria.

Ecco la video presentazione di AndrewZh. Un giro eccezionale col tempo di 1:54:659 che gli ha garantito la posizione #1 mondiale su PS4 e lo ha qualificato per la tappa di Misano.

Abbiamo quindi raggiunto Andrea che si è prestato ai nostri microfoni:

– Ciao Andrea, grazie per essere con noi oggi!
Ciao! Grazie a voi! Sono molto contento di essere qui oggi ed è per me un grande piacere!

– Ci parli un po’ di te e di come ti sei avvicinato al competitivo di MotoGP?
Sono un ragazzo di diciassette anni che vive a Bologna e fin da piccolo sono sempre stato appassionato di motori, in particolare delle moto. All’età di 7-8 anni ho iniziato a giocare alla PlayStation con i giochi di MotoGP e da lì è partito tutto. Per quanto riguarda invece il mio avvicinamento al mondo del competitive di MotoGP, inizió tutto a settembre 2017 quando iniziai a giocare online, visto che negli anni prima mi divertivo a gareggiare contro il computer. Ho conosciuto varie persone attraverso l’online di MotoGP fino a che arrivó dicembre 2017, quando conobbi il Campione del Mondo eSport di MotoGP, trastevere73, che tra l’altro oggi è un mio grande amico, e da lì facendo anche delle gare con lui mi sono migliorato sempre di più fino ad arrivare a questo livello.

– Non possiamo non chiederti della semifinale a Misano il 12 di Settembre: come ti sei qualificato e quali sono le tue ambizioni e ed aspettative?
Quest’anno il mio obiettivo era quello di qualificarmi all’eSport di MotoGP, ma non mi sarei mai aspettato di passare alla prima challenge. Prima dell’inizio delle qualificazioni mi ero allenato per provare a passare alla terza/quarta sfida, sapevo che alla prima e alla seconda sarebbe stato quasi impossibile per me, poiché a due giorni dalla fine della prima challenge dovevo partire per andare in vacanza. Ci ho voluto comunque provare e nei primi due giorni ho notato di potercela fare anche se era molto difficile. Il terzo giorno, che per me era l’ultimo per quella qualificazione, girando ore ed ore, sono riuscito a fare il primo tempo mondiale su PS4 all’1.00 di notte. Ero al settimo cielo dalla felicità per il tempo ottenuto, anche se gli altri concorrenti avevano ancora un paio di giorni per battermelo. Fortunatamente invece sono stato davanti fino alla fine e questo ha permesso di qualificarmi per la prima semifinale che appunto si terrà a Misano il 7 settembre. Sono molto carico e non vedo l’ora di scendere pista, mancano poco meno di due settimane e ovviamente andremo a Misano dando il massimo come ho sempre fatto e cercheremo di uscirne nel migliore dei modi! Sarà importante fare una buona qualifica perché essendo una pista abbastanza stretta non è molto semplice sorpassare, quindi partire nelle prime due file sarebbe ottimo.

– Infine, ci racconti una curiosità o un aneddoto riguardo te o la tua carriera in MotoGP?
Fin da piccolo il mio sogno è sempre stato quello di correre in MotoGP ma purtroppo sapevo che sarebbe stato irrealizzabile, quindi sono davvero molto felice di essere uno dei piloti del Campionato del Mondo ufficiale del MotoGP eSport, dopo tutto l’impegno e la dedizione che ci ho messo nell’ultimo anno per raggiungere questo obiettivo.

– Non possiamo che salutarci con un grande in bocca al lupo, è davvero un piacere averti in orangeblack! Grazie per la tua disponibilità!
Crepi il lupo! È un grande piacere anche per me essere negli inFerno! Grazie a voi per l’intervista e ci vediamo a Misano!


Ricordiamo ai nostri lettori di seguire le nostre pagine Facebook, Twitter e Instagram per non perdervi nessun aggiornamento #OrangeBlack! Stay tuned!


 

Articolo di  Arcangelo Manfredonia

 

Scroll Up