PG Nationals Predator: recap della seconda settimana

Scopri come sono andate le sfide dei nostri inFerno contro Outplayed e Team Qlash

PG NATIONALS, WEEK 2: settimana difficile per i Diavoli

La seconda settimana del PG Nationals Predator, il primo torneo organizzato direttamente da Riot Games in Italia, si è conclusa con due sconfitte in altrettanti scontri per gli inFerno. Sono arrivate due vere e proprie batoste, la prima piuttosto in linea con il pronostico per mano degli Outplayed, la seconda sicuramente più bruciante perché arrivata dal match contro il Team Qlash Academy, formazione con cui avevamo diversi conti in sospeso che, evidentemente, proveremo a saldare al ritorno. Nel frattempo, per i Devils di coach Aleksanteri “ATL” Leinonen sarà importante capire che cosa non ha funzionato in queste due serie, al fine di affrontare la prossima settimana con un approccio più convinto.

 

In entrambe le partite abbiamo assistito da parte di quello che potremmo chiamare stomp da parte dei nostri avversari, già a partire dalla fase di draft: gli Outplayed, infatti, vedendo Kalista essere presa nel ruolo di Tiratore da Pierpaolo “Saddy” Oliva, reagiscono componendo una formazione ben strutturata nel negare al giovane Ad Carry in maglia ArancioNera più zone del terreno possibili. Vengono scelti dai nostri avversari Camille, Sejuani, Taliyah, Varus e Zilean, campioni che eccellono nel teamfight e tutti in grado di bloccare i due carry degli inFerno. Due, perché Kim “Phantomles” Storm seleziona per se Corki, complicando ulteriormente la vita ai nostri, che prima avevano selezionato Cho’Gath per Lorenzo “Alwerty” Bonelli e Braum per Gerardo “Jerry” di Giacomo. A completare la formazione un campione decisamente fuorimeta per Kevin “Tohaj” Batic: stiamo parlando di Lee Sin, selezionato dal Jungler sloveno, che ignora colpevolmente altri pariruolo favoriti dal metagame della patch 8.3. Il Primo Sangue per i nostri nemici arriva nella Corsia Inferiore quando, allo scoccare del quarto minuto, Saddy viene ucciso grazie all’Ustione di Brizz, dando così inizio allo snowball degli Outplayed. L’unico lampo dei nostri arriva all’ottavo: Tohaj risponde bene all’imboscata di Shadow nella Corsia Superiore, scambiando la vita di Alwerty con quella di Sejuani e Camille nemici, riportando la situazione in uno stato di parità momentanea, destinato però a durare meno del previsto.

Al minuto 12 un gank di Tohaj in Corsia Inferiore si trasforma in un disastro per gli inFerno: perdono la vita tutti e tre i Diavoli coinvolti nel fight, in cambio del solo Varus di Proxxey. Consci del fatto che il Lee Sin di Tohaj avrebbe perso efficacia con l’avanzare della partita, i nostri provano a difendere senza commettere errori ma vengono surclassati sulla mappa dagli Outplayed, che con un push veramente ben organizzato riescono a prendere, una dopo l’altra, tutte le torri ArancioNere, condendo il tutto con qualche uccisione per i propri carry. Al 27esimo sono già caduti i due Inibitori laterali, e al 30esimo il Nexus degli inFerno cade, condannando così i Diavoli alla seconda sconfitta nel torneo.

 

Decisamente meno pronosticabile era l’esito della seconda partita della scorsa settimana del PG Nationals Predator: il Team Qlash, squadra ancora a secco di vittorie dopo tre incontri, arriva finalmente al successo contro gli inFerno. E anche in questo game, purtroppo per i Diavoli, abbiamo assistito ad una brutta partita da parte loro, che ha consentito ai nostri avversari di conquistare la prima gioia in questo torneo.
L’avvio di partita è piuttosto lento: le due squadre non vogliono scoprirsi troppo e nessuno tra Tohaj e Mihorion, i due Jungler, vuole alzare il ritmo. Si arriva al minuto 11 in maniera tranquilla, e attorno all’importante obiettivo del Drago Infernale la partita finalmente si sblocca: sono i ragazzi del Team Qlash, dopo aver preso visione dell’area, ad assicurarsi questo mostro epico, e subito dopo scatta il fight. La Condanna a morte da parte del Thresh di DaniFuFuu blocca Jerry, il quale soccombe sotto i colpi dei nemici e l’Ustione dello stesso supporto dei QLS. Uccisione che viene scambiata per la vita della Zoe di Pain, giustiziata da un Phantomles che sarà autore di una discreta prestazione nonostante la sconfitta. Sostanziale parità, quindi, fino al 17esimo, minuto in cui si verifica la vera e propria svolta della partita: nella Corsia Centrale nulla possono Alwerty, Phantomles e Tohaj sotto le piume della Xayah di Creon, libera di fare moltissimo danno sostenuto. I Qlash conquistano, così, un vantaggio che viene poi sviluppato con poche sbavature dalla formazione in azzurro: solo Phantomles, in collaborazione con Tohaj, riesce a mettere in difficoltà Pain, prendendo un’uccisione al minuto 26.

Purtroppo per gli inFerno, la Xayah di Creon è oramai un problema troppo grande da gestire: al minuto 30 un teamfight nei pressi del Barone Nashor viene completamente dominato dal Tiratore dei Qlash, che una manciata di minuti dopo aver assicurato il serpentone rosa, raggiunge e distrugge il Nexus ArancioNero, condannando la squadra di coach ATL ad una settimana priva di vittorie.
La prossima settimana sarà importantissima per gli inFerno: ad affrontarli vedremo il Team Forge, formazione davvero ostica e principale favorita alla vittoria finale, e gli iDomina che ci hanno sconfitto all’esordio. L’occasione perfetta per vendicare questa settimana senza vittorie, ma a parlare sarà, come semrpe, la Landa degli Evocatori. Appuntamento per tutti alle 20 di mercoledì 28 febbraio, sul canale twitch di PG Esports, a spammare #LetsGOrangeBlack!
Scroll Up