Il PG Nationals continua!

Scopri i risultati e le migliori azioni della terza settimana di partite per il nostro Team di League of Legends

PG NATIONALS, WEEK 3: uno sguardo alle partite dei Devils

Dopo le due brutte sconfitte maturate la scorsa settimana tutti ci aspettavamo, da parte degli inFerno, una reazione nel gioco e nei risultati. E’ vero, stiamo parlando del PG Nationals Predator: il primo torneo voluto da Riot Games in Italia darà alla formazione vincente la possibilità di competere, la prossima estate, nell’European Cup da cui si potrà accedere alle EU LCS. Le sei squadre partecipanti hanno tutte enormi ambizioni per questo importante torneo, e ciò si è visto anche nelle due sfide di questa settimana, entrambe perse, contro Team Forge e iDomina.

A cavallo tra la fine del girone d’andata e l’inizio di quello di ritorno sono arrivate sì altre due sconfitte, ma di natura molto diversa da quelle della settimana scorsa, in cui non abbiamo visto i Diavoli esprimere appieno il loro potenziale sia individuale che a livello di squadra. La prima sfida della terza settimana, nonché l’ultima del girone d’andata, ha visto gli OrangeBlack scendere nella Landa degli Evocatori contro i ragazzi del Team Forge forse la compagine favorita per la vittoria finale. Nello schieramento dei nostri avversari vediamo TheGame, assieme a Click, Klaabu, Endz e Efias. Per i Diavoli confermata la formazione delle prime settimane: ritroviamo quindi Lorenzo ‘Alwerty‘ nella Corsia Superiore, Kevin ‘Tohaj‘ Batic in Giungla, Kim ‘Phantomles‘ Storm in Midlane, Pierpaolo ‘Saddy‘ Oliva nel ruolo di Tiratore e Gerardo ‘Jerry‘ di Giacomo come Supporto. Nella fase di draft, coach Aleksanteri ‘ATL‘ Leinonen decide di dare priorità alla propria Botlane, assicurando l’accoppiata Xayah-Rakan al duo Saddy-Jerry. Cristo, allenatore dei Forge, risponde con Tristana e Camille, due dei migliori campioni rispettivamente per Endz e TheGame. Alla composizione degli inFerno si aggiungono Sion per Alwerty, Jarvan IV per Tohaj e Orianna per Phantomles, mentre quella dei Forge viene completata da Zac, Viktor e Braum.

La partita risulta scoppiettante fin dall’avvio: il Primo Sangue viene preso, nella Corsia Superiore, dallo Zac di Click con l’aiuto di TheGame. Lo stesso Zac si sposta poi in Corsia Inferiore, dove permette ad Endz ed Efias di ottenere un’uccisione a testa su Saddy e Jerry. Un inizio complicato, ma gli inFerno reagiscono subito portando Tohaj e Phantomles in aiuto ad Alwerty, riuscendo a bloccare la loro parte di scoreboard con l’uccisione su Camille, perdendo tuttavia nel frattempo anche il First Brick nella Corsia Inferiore per mano della Tristana di Endz. La partita procede quindi con l’inseguimento degli inFerno, che però viene reso più complicato da un paio di uccisioni su Tohaj e Alwerty. E’ forse anche sentendosi forti di questo vantaggio, che arriva a toccare le 5.000 unità d’oro, che i ragazzi del Team Forge esagerano: al minuto 21, infatti, i nostri avversari decidono di seguire una rischiosa chiamata al Barone Nashor.

 

 

Gli inFerno riescono quindi a riaprire le sorti del confronto: tre le uccisioni sui nemici e anche la prima torre della Corsia Centrale viene portata a casa, ma non è finita qua. Un’uccisione su TheGame, presa poco dopo, provoca l’ingaggio, nonostante l’inferiorità numerica, da parte dei nostri avversari che vengono però puniti dai Devils. La partita torna quindi in sostanziale parità. Tra un pick dalla parte degli inFerno su Klaabu e uno dall’altra ai danni di Alwerty, si arriva al minuto 34, quando sempre nella zona del Barone Nashor, Endz arriva a prendere una tripla uccisione consegnando di fatto alla sua squadra l’importantissimo obiettivo. Grazie a questo Potenziamento del Barone, i Forge arriveranno a prendere prima tre Inibitori e infine, al minuto 42, il Nexus.

Il secondo game vede i Devils affrontare gli iDomina: una vittoria per gli OrangeBlack appaierebbe le due squadre in classifica. Nella fase di draft, vedendo Sion preso da ForsakenChina, ATL mette Alwerty su Fiora, impostando una formazione molto improntata sulla gestione delle sidelane, scegliendo inoltre Taliyah per Phantomles, mentre Tohaj seleziona nuovamente Jarvan IV, Saddy torna su Xayah e Taric viene messo nelle mani di Jerry. Il first blood viene preso da Tsuzume su Phantomles, ma la situazione viene pareggiata in Toplane grazie al gank di Tohaj sul Sion nemico. La situazione in Corsia Inferiore, tuttavia, è davvero preoccupante visto il dominio assoluto nella fase di lane da parte del Varus di Rharesh e del Braum di Horizon. Al minuto 17 questo vantaggio si concretizza: è lo stesso Supporto degli iDomina a giocare un ottimo teamfight, consentendo ai suoi compagni di prendere la vita di Alwerty, Tohaj e Jerry. Al minuto 25, in seguito ad un pick su Jerry, i ragazzi degli iDomina chiamano il Barone che Tohaj decide di non contestare, preferendo spostarsi in Corsia Inferiore con Alwerty per prendere la seconda torre. Assicurato l’obiettivo, gli iDomina forzano due uccisioni su Tohaj e Phantomles e prendono il primo Inibitore nella Corsia Centrale. Da qui inizia un tanto rapido quanto inesorabile snowball da parte dei nostri avversari, che termina con la pentakill da parte di Rharesh, vero MVP di questa partita, che consegna il Nexus ArancioNero agli iDomina.

Un’altra settimana difficile per gli inFerno, da cui è lecito attendersi decisamente di più di quanto visto nella partita contro gli iDomina, mentre per quanto riguarda la sfida che li ha visti opposti al Team Forge è risultata eccitante e divertente, anche se l’esito finale è stato comunque una sorpresa. Il prossimo appuntamento è martedì 7 marzo alle 21, contro i 5Hydra, mentre l’8 marzo scenderemo nella Landa di fronte agli Outplayed capolisti indiscussi alle 22. L’obiettivo è tornare a vincere al più presto, per giocarci le ultime due settimane al massimo delle nostre potenzialità. Non mancate quindi sul canale Twitch di PG Esports, e spammate sempre #LetsGOrangeBlack!

Scroll Up