Quarti di finale del PG Nationals veramente scoppiettanti

Rivivi le emozioni incredibili di questa serie contro i 5 Hydra!

PG NATIONALS, quarti di finale: gli highlights della serie contro i 5 Hydra Esport

E’ sempre una gioia poter scrivere della vittoria della propria squadra. Ma è addirittura più dolce poter annunciare la qualificazione dei nostri Diavoli alle semifinali del PG Nationals Predator, il primo torneo in Italia organizzato da Riot Games al fine di trovare la compagine che rappresenterà il Belpaese alla prossima European Cup, competizione in ci si giocherà la possibilità di accedere alle EU LCS. Avevamo previsto che sarebbe stata una serie divertente, ma nemmeno chi vi scrive si immaginava un finale così emozionante, per di più culminato con la vittoria per gli inFerno, che si sono affermati sui 5 Hydra con un secco 2 a 0. Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio quanto successo ieri sera nella Landa degli Evocatori.

Se alla vigilia del primo quarto di finale tutti si aspettavano la vittoria degli iDomina sul Team Qlash, lo stesso non si può dire per la serie di ieri: le due squadre avevano avuto un rendimento molto simile nella Regular Season, dividendosi equamente i due scontri del girone. Ma nei quarti di finale, specie nella prima partita della serie, abbiamo assistito ad una grande prova di forza dei cinque Devils che non hanno lasciato scampo all’Idra.

Nella prima draft l’ottimo lavoro di Coach Aleksanteri ‘ATL‘ Leinonen consegna agli inFerno una composizione praticamente perfetta, in particolare contro lo Skarner selezionato da Khema in seconda rotazione. Gli ArancioNeri rispondono con Morgana, scelta per Girolamo ‘Jerry‘ di Giacomo e Olaf che va a finire nelle mani di Kevin ‘Tohaj‘ Batic, dopo aver selezionato già Caitlyn come first pick. Completano il roster degli inFerno un altro power pick come Swain, per la prima volta scelto da Kim ‘Phantomles‘ Storm, e il sempre buono Ornn per Claudio ‘Infinity‘ Scuderi in Corsia Superiore. Per i 5 Hydra vengono selezionati Cho’Gath in Toplane, Karma in Mid, Xayah e Thresh a formare la Corsia Inferiore oltre al sopracitato Skarner in Giungla.

Fin dalla primissima azione si poteva intuire quale sarebbe stato l’epilogo del primo game: gli inFerno approfittano del grossolano errore di Gotrex che, tramite un utilizzo maldestro del Flash per fuggire dai più numerosi avversari, schianta la sua Xayah contro il muro consegnando il first blood alla Caitlyn di Saddy. La pressione portata da Phantomles e Tohaj nella Corsia Centrale è troppo per il solo Sintax, che concede tre uccisioni nei primi 12 minuti. In Corsia Inferiore Saddy e Jerry forse risultano un po’ troppo timidi, ma al primo gank di Khema si fanno trovare pronti e, con l’ausilio del solito Tohaj, capovolgono la situazione: lo sloveno si sacrifica, catturato dalla Condanna a Morte del Thresh di Orgen, per concedere ai propri compagni una doppia, che farà sicuramente comodo al buon Saddy, in netto miglioramento dopo un inizio di torneo complicato. Perfino in Corsia Superiore le cose si mettono bene: in un puro uno contro uno Ryko non può nulla di fronte all’Ornn di Infinity, molto bravo a gestire i tempi di ricarica delle proprie abilità. Così il buon Diavolo della Forgia riesce ad ottenere a sua volta un’uccisione e, conseguentemente, un buon vantaggio sul proprio avversario di linea. Da qui gli inFerno dilagano, sfruttando soprattutto la superiorità nella Corsia Centrale dove spesso torna Tohaj a dare manforte a Phantomles. I 5 Hydra dal canto loro sono in grande difficoltà proprio a causa del pick di Karma, che sì garantisce grande utility, ma non porta assolutamente danni nelle fase avanzate della partita.

 

 

Dopo aver preso il Barone, il vantaggio si fa troppo grande e gli inFerno, in poco più di 32 minuti, si portano a casa il primo punto della serie. Partita giocata in maniera quasi ineccepibile dai Devils, ora ad una sola partita dalle semifinali.

La seconda draft vede gli stessi campioni selezionati in Corsia Superiore per entrambe le squadre, ma ATL seleziona una composizione che mira ad arrivare nelle fasi avanzate della partita: in Giungla viene presa Sejuani, forse il miglior campione in questo ruolo al momento; per Phantomles viene pickato Azir, mentre la coppia Sivir-Morgana garantisce una fase di lane ultrasafe, anche contro un’accoppiata forte nelle prime fasi della partita come quella composta da Caitlyn e Braum, selezionata dai 5 Hydra. Completano il roster nemico Taliyah e Kha’zix, rispettivamente per Sintax e Khema.

Nonostante dovrebbero essere i 5 Hydra a mettere pressione nell’early game forti del powerspike di Kha’zix, sono gli inFerno a prendere il first blood: grazie al suo Teletrasporto, Infinity tramite l’utilizzo della sua suprema prende la vita di Caitlyn, raggiunta presto nella tomba dal suo Supporto, bloccato dalla Scorta Imperiale di Phantomles. Inizia quindi molto bene anche la seconda partita per i Diavoli, che poco dopo contestano con successo il Messaggero della Landa iniziato dai nemici, portandolo infine a casa. I 5 Hydra però non si vogliono assolutamente dare per vinti, e riescono a prendere i primi tre draghi della partita e sfruttano la pressione sulla mappa per accumulare oro e torri. Si arriva quindi al 20esimo minuto in una situazione di perfetta parità, il che fa sicuramente più piacere agli inFerno, visto l’ingente scaling di Sivir e Azir. Al 25esimo sono veramente bravi, tuttavia, i 5 Hydra ad approfittare del doppio Drago della Montagna per portare in un lampo a casa il Barone Nashor, che però non è così forte contro i due hypercarry di cui sopra. L’uccisione a 30 minuti su Gotrex permette agli inFerno di assalire l’Inibitore della Corsia Centrale, ma un’ottimo Muro della Tessitrice da parte di Sintax blocca Saddy, Phantomles e Tohaj che cadono. Ci mette una pezza Infinity che riesce ad assicurare due uccisioni, riequilibrando il bilancio che pendeva pericolosamente dalla parte sbagliata. Da questo momento, per descrivere quello che succede, sia prima che dopo il secondo Barone della partita, le parole sono superflue. Per questo motivo la decisione di inserire semplicemente due clip, che descrivessero, più che la tecnica, le grandi emozioni che gli eSports e gli inFerno sono riusciti a regalare a tutti noi.

 

 

 

 

 

Un fantastico, pazzissimo finale consegna la vittoria della serie agli inFerno, che hanno dimostrato di meritare la semifinale anche in virtù dei grandi miglioramenti delle ultime settimane. Il prossimo appuntamento sarà quindi mercoledì 21 marzo a partire dalle ore 18, come sempre sul canale Twitch di PG Esports. per le semifinali del torneo: la prima serie vedrà scontrarsi iDomina e Team Forge, mentre a seguire saranno i nostri Devils a scendere nella Landa contro gli Outplayed. Non abbiamo più nulla da perdere, ora che abbiamo l’inFerno alle nostre spalle, perciò venite a sostenerci! #LetsGOrangeBlack!

Scroll Up