Al via l'edizione estiva del PG NATS!

Rivivi le emozioni delle prime due partite del girone!

PG Nationals Predator: le prime partite del Summer Split

E’ stato dato il via alle ostilità alla seconda edizione del PG Nationals Predator, il primo torneo organizzato in italia sotto l’egida diretta da Riot Games, di importanza assolutamente rilevante poiché la squadra che sarà in grado di succedere al Team Forge come detentrice del titolo, avrà una chance di competere per un posto alle EU LCS nelle EU Masters. Gli inFerno eSports erano tra i sei team presenti, assieme ai già citati Forge, Outplayed, iDomina, 5Hydra e Team Qlash (che ha rinunciato alla partecipazione a questa nuova edizione). Con l’avvento dello split estivo, il format passa da sei a otto squadre partecipanti, e vi sono ben tre esordi per altrettante formazioni: Team MOBA ROG, Racoon e Cyberground Gaming contribuiranno ad alzare il livello per questo Summer Split.

Per i Devils, tuttavia, l’estate non inizia nel più allegro dei modi: il primo scontro, giocatosi lo scorso 27 maggio, ci ha visti scendere nella Landa proprio contro il Team MOBA ROG, una neonata compagine formata da sette componenti sei dei quali legati, chi più chi meno, al mondo dell’intrattenimento su League of Legends in Italiano. Gli Orchi infatti schierano Acefos nella Corsia Superiore vANEZ in Giungla, Tsuzume in Corsia Centrale (intercambiabile con italian d0g), Counter come Tiratore (la riserva nel ruolo è Gotrek) e l’irreprensibile Paolocannone nel ruolo di Supporto. I Devils confermano la  formazione utilizzata negli ultimi tempi, costitutita nel medesimo ordine da Claudio ‘Infinity‘ Scuderi, Theophilos ‘Tunaraz‘ Papadopoulos, Kim ‘Phantomles‘ Storm, Pierpaolo ‘Saddy‘ e Marco ‘BloodyMark‘ Hu. Fin dall’avvio del primo game del PG Nationals Predator Summer si vede che per gli inFerno sarà una partita in salita: si presenta nella Corsia Superiore lo Xin Zhao di vANEZ che consente alla Camille di Acefos di mettere subito a segno un importante vantaggio nei confronti del povero Sion di Infinity, spesso e volentieri vittima delle attenzioni dei Jungler nemici nelle fasi iniziali di partita. Pur con qualche sbavatura, il Team MOBA ROG gioca con grinta ed aggressività, punendo degli inF che forse hanno sentito la partita un po’ troppo. A 20 minuti il vantaggio in oro dei nostri avversari è superiore alle 4.000 unità. I Diavoli cercano un ultimo colpo di reni per riagguantare la partita, e trovano un paio di uccisioni, rispettivamente su Counter ed Acefos, ma poco dopo devono lasciare Barone Nashor e le torri rimanenti in seguito ad un ottimo teamfight dei MOR che, qualche minuto dopo, riusciranno a distruggere il Nexus ArancioNero, vincendo la loro partita d’esordio.

Decisamente meglio è andato il secondo match della prima settimana, in cui gli inF si sono visti sfidare un’altra esordiente: i Cyberground Gaming dei gloriosi ex Luque e Sharpie, che ora compongono la Corsia Inferiore della formazione siciliana. L’inizio della partita degli inFerno è buono: Phantomles al minuto 3 ha già preso un enorme vantaggio che sarà in grado di sfruttare con la sua Taliyah, grazie ad una double kill.

 

 

Bravi però i Cyberground a reagire agli errori commessi in early game, cercando di conferire vantaggio al toplaner Ryko e alla sua Fiora, nei confronti del povero Ornn di Infinity. Lo scaling migliore nelle fasi avanzate della partita consente alle aquile di assumere un ritmo piuttosto basso, che gli inFerno provano con successo a rompere al minuto 19 quando, in seguito al terzo Drago (secondo d’Oceano) conquistato dai Devils, l’Ezreal di Sharpie cade per un utilizzo sbagliato del Teletrasporto, consentendo alla formazione degli inF l’accesso all’inibitore della Corsia Centrale. I Cyberground si trovano oramai alle spalle al muro, specie quando tra il minuto 23 e 24 i Devils fanno piazzapulita prendendo Barone Nashor e quarto Drago. I siciliani cercano un’ultima e disperata resistenza, ma cadono davanti al loro Nexus sotto i colpi dei due Carry degli inFerno, entrambi senza alcuna morte all’attivo.

 

 

Al minuto 26 è quindi già tempo di scrivere GG inFerno, bravi nel chiudere la partita sfruttando il lungo scaling degli avversari, che nel mid game hanno subito veramente tanto i cinque Diavoli e la loro composizione da teamfight.

Finisce quindi la prima settimana del PG Nationals Predator estivo: gli inFerno riescono a reagire dopo la sconfitta all’esordio e pareggiano il loro record, in attesa delle prossime due partite che li vedranno sfidare il 3 giugno il Team Forge, mentre l’indomani si scenderà sul Rift contro gli iDomina. Il #PGNATS è appena entrato nel vivo, i nostri cuori si inFiammano e, si spera, anche i vostri! Continuate a seguire le nostre partite, e come sempre #GoDevils!

Scroll Up