Dietro le quinte di PRO CLUB

Scopriamo qualche loro segreto.

Intervista ai capitani dei Team di FIFA Pro Club

Pronti a rispondere alle domande in questa intervista multipla, i capitani dei team Pro Club di FIFA 18, abbiamo oggi con noi:

 

Buonasera capitani, è un piacere avervi a disposizione stasera.

PS4 – Buonasera a voi, finalmente quattro chiacchiere con i nostri lettori. 😉

Xbox – Buonasera, il piacere è di noi tutti!

PC – Salve! Piacere mio.

 

Partiamo subito in quarta; recentemente c’è stato un aggiornamento importante su FIFA 18 che finalmente sembra aver risolto il tanto agognato bug che affliggeva Pro Club, come vi preparate quindi all’inizio della stagione competitiva?

PS4 – Aggiungerei “finalmente” a quanto da te anticipato, questo benedetto aggiornamento tardava ad arrivare, solitamente gli scorsi anni per Novembre i bug più fastidiosi erano risolti. Fortunatamente noi non abbiamo mai smesso di allenarci, sia perché giocare anche solo online ci diverte sia perché sapevamo che prima o poi il bug sarebbe stato fixato. Attualmente stiamo “lottando” per i primi posti della Classifica Ranking Top100 online, anche se ormai da qualche annetto è un po falsata la gestione dei punti a fine partita, in ogni modo come ho detto prima, lo facciamo per tenerci in allenamento in vista della ripresa delle competizioni.

Xbox – Ripartiamo da dove avevamo lasciato, bel gioco e risultati; non abbiamo mai perso un colpo o un’opportunità per migliorarci nonostante le difficoltà riscontrate durante il bug.

PC – Meglio tardi che mai. Abbiamo atteso davvero tanto questo update, ci siamo allenati ogni giorno, ma tenere alta la concentrazione, senza le competizioni, è fisiologico che sia più difficile. Adesso finalmente potremo ricominciare ad allenarci settimana per settimana e siamo carichi come non mai.

 

Giocare competitivamente a FIFA Pro Club può sembrare una passeggiata ma sappiamo che non lo è, quanto spesso vi allenate? E in cosa consistono i vostri allenamenti?

PS4 – Solitamente ci alleniamo i primi giorni della settimana, 2-3 sere dal Lunedì al Giovedì, inclusi i giorni delle competizioni. Nel weekend difficilmente riusciamo a trovarci giustamente. Inizialmente, e ti parlo di 4-5 anni fa, i nostri allenamenti erano mirati, gestione della difesa, delle palle inattive, di ogni singolo movimento che 11vs11 poteva avere più efficacia, mentre ormai è diverso tempo che i nostri allenamenti sono semplici partite Online classificate dove mettiamo in atto quello che di bello abbiamo costruito e memorizzato negli anni.

Xbox – Ci alleniamo spesso, di solito tre o quattro giorni a settimana, sempre di sera e dalle ore 22:00 alle ore 24:00 circa. Facciamo amichevoli dove testiamo la nostra alchimia e cerchiamo nuove strategie vincenti e divertenti da poi utilizzare nelle competizioni ufficiali.

PC – Non è per niente facile riuscire a mantenere alto il livello del gioco, in quanto, come nel calcio reale, c’è bisogno di amalgama, c’è bisogno di affiatamento, di meccanismi, automatismi, che solo con il lavoro e la voglia si riescono ad ottenere. Noi ci alleniamo quotidianamente, puntiamo al gioco e ad assimilare individualmente tutti i concetti per poi metterli in pratica come collettivo.

 

Questa estate sembra esserci stato il boom degli eSports, cosa pensate riservi il futuro per FIFA Pro Club?

PS4 – A mio avviso piano piano si arriverà a creare una vera e propria competizione Nazionale ed Internazionale per quanto riguarda FIFA Pro Club, per far si che ciò avvenga però la EA dovrebbe cominciare a “tassare” le piccole opzioni che la modalità offre, ad esempio delle aggiunte estetiche al proprio calciatore o al potenziamento dello stesso, così da creare un business come è stato creato per le carte FUT.

Xbox – Aspettiamo fiduciosi un’evoluzione che però sembra essere ancora lontana. Servono dei miglioramenti in modo da espandere la popolarità di Pro Club e attirare sempre più fan.

PC – E’ sicuramente di buon auspicio vedere che qualcosa inizia a muoversi, credo che gli eSports, per tutto ciò che c’è dietro, gli allenamenti, l’aggregazione e l’agonismo, possano essere davvero considerati al pari degli Sports reali. FIFA è molto giocato, l’ambiente è bello e piccante al punto giusto. Crediamo che in futuro possa diventare realmente una bellissima realtà.

 

Parlateci un po’ delle vostre squadre, come vi siete avvicinati a FIFA Pro Club e quando avete deciso di rendere i vostri team competitivi?

PS4 – Nel 2011/12 cominciavano a prendere vita le prime community di FIFA ProClub e fu proprio allora che decidemmo di costruire un team in grado di poter affrontare le prime “sfide” a buoni livelli. La maggior parte del team si è avvicinata all’11vs11 giocando in pochi inizialmente, 3-4 persone massimo, fino a renderci conto che quella modalità in realtà, sfruttata a pieno, poteva farci divertire in maggior modo rispetto all’1vs1.

Xbox – È da molto tempo che esiste il nostro team, a partire dal 2013 ad essere precisi. Immediatamente siamo entrati nel gaming competitivo sempre raggiungendo ottimi risultati nonostante abbiamo sostituito numerosi players.

PC – E’ iniziato tutto per caso, io e INF_Zuperman giochiamo insieme a Pro Club da sempre, oramai sono anni, abbiamo partecipato ad FVPA con varie squadre e dopo un periodo di pausa, una sera ci siamo ritrovati a rigiocare insieme a due ragazzi che non conoscevano questa realtà a livello competitivo. Giocando qualche partita, ad entrambi è ritornata la voglia di competere e di mettere su una squadra da zero, per portarla in alto. Immediatamente abbiamo iniziato a reclutare giocatori, alcune nostre “vecchie conoscenze” e altri ragazzi nuovi e così ci siamo iscritti ad FVPA, raggiungendo in due stagioni la Serie A, che abbiamo concluso al secondo posto, a soli tre punti dal primo.

 

Ci raccontate una curiosità o un aneddoto relativo alla vostra squadra?

PS4 – I Falcons sono ormai uno dei team più vecchi della community italiana di FIFA Pro Club, eppure in tutti questi anni non abbiamo avuto modo, purtroppo, di organizzare una rimpatriata tra tutti i membri del team… chissà, magari ora grazie ad inFerno eSports, ci sarà modo di organizzarsi per qualche evento.

Xbox – È difficile rammentare un episodio in particolare visto che abbiamo cambiato tanti calciatori durante gli anni, sicuramente viviamo il tutto con un entusiasmo ed una serietà fuori dal comune.

PC – Partita importantissima contro gli Italian Bastardz, una delle principali forze del campionato di Serie A: comincia il match, la tensione nel nostro server TeamSpeak era alle stelle e il nostro portiere indica molto pacatamente al fratello di disattivare il Wi-Fi per evitare disconnessioni o lag. La partita continua, il risultato non si sblocca, subiamo parecchio e la pressione inizia a sentirsi quando il nostro numero 1 inizia ad avvertire qualche scatto ingame e decide, stavolta con toni più decisi, di intimare al fratello di disconnettersi. Dopo qualche minuto si rivolge anche alla madre, con scarsi risultati, fino a quando arriva il momento che nessuno sperava arrivasse: lag molto pesante che portano al crash del nostro portierone che si trova costretto ad abbandonare la partita. Noi tesissimi, continuavamo a giocare, cercando di non ridere, ma alla fine non siamo riusciti a trattenerci in quanto sentivamo urla da circo, botte, oggetti rompersi, stava letteralmente mandando a quel paese tutta la famiglia. E’ rimasto nella storia, una scena che molto spesso tiriamo fuori per riderci su.

 


Passiamo ora la parola al pubblico, nei giorni scorsi, sui nostri social, abbiamo chiesto ai nostri fan di rivolgere ai capitani le loro domande ed abbiamo selezionato:

 

Giuseppe Ospizio chiede: quali sono gli obiettivi stagionali delle vostre squadre?

PS4 – Ogni anno indubbiamente si costruisce una rosa competitiva per ambire ai traguardi più alti, a volte siamo riusciti a coronare gli obiettivi che ci eravamo prefissati prima dell’inizio di stagione, altre volte li abbiamo modificati in corso d’opera però sicuramente ambiamo a lottare per la vittoria di Campionato e Coppe Internazionali.

Xbox – Ciò che cerchiamo di ottenere non cambia mai, i nostri obiettivi sono quelli continuare ad accrescere il gruppo, aumentare l’intesa fra di noi, giocare con divertimento, passione e vincere insieme.

PC – Questa stagione, causa qualche perdita importante, per noi sarà una stagione di transizione. Non abbiamo obiettivi predefiniti. Vogliamo continuare a giocar bene e ragionare partita per partita, dando il massimo, sempre. Sarei comunque bugiardo se dicessi di accontentarmi della salvezza. Sicuramente, dopo la passata stagione, ambiamo almeno a confermarci tra le principali forze del campionato.

 

Luisa Scognamiglio chiede: cosa ne pensate delle parole di Malagò riguardo agli eSports alle Olimpiadi definendoli “una barzelletta”?

PS4 – Io “vivo” per lo Sport in prima persona e non vi nascondo che comunque paragonare una qualsiasi disciplina dove viene posto l’atto fisico come base ad uno dove invece è previsto tutt’altro, mi suona nuovo, pero sicuramente si potrebbe creare un ente che riconosca gli eSports come un qualcosa di ufficiale in modo da poter organizzare competizioni, non inserendole obbligatoriamente nelle Olimpiadi.

Xbox – Dopo un’uscita del genere a mio avviso Malagò ha dimostrato mancanza di rispetto e di non essere aggiornato sulla popolarità del fenomeno esportivo, cose gravissime per una persona che ricopre la sua posizione. Spero che sia sostituito presto con qualcuno di vedute più ampie, l’Italia e l’eSport italiano possono solo beneficiarne.

PC – Mi dispiace dirlo, corro il rischio di passare per il solito qualunquista, ma purtroppo “siamo in Italia”. Credo che chi definisca gli eSports una barzelletta, non conosca minimamente il potenziale che essi rappresentano.

 

Persino un misterioso “OniZuca 91”, che ci sembra essere CCS di un certo TeamXbox, utilizza i canali social a disposizione per rivolgersi a tutti i capitani e chiede: quanto pensate che le problematiche riferite ai vari bug abbiano penalizzato i club? Hanno modificato il vostro stile di gioco? E se sì, come pensate di riaffrontare il rientro di tutti i giocatori?

PS4 – Giocando dal 2012 abbiamo visto ogni anno un edizione diversa di FIFA quindi diciamo che ormai abbiamo fatto il callo dei vari bug, da quello delle altezze con super stamina a quello dei colpi di testa super potenti, però penso che nessuno di essi abbia mai minimamente cambiato la nostra filosofia di gioco che con un pizzico di presunzione affermo, è rimasta sempre uguale e forte.

Xbox – Sicuramente la pausa forzata ha penalizzato molti club sia a livello di rosa che di stimoli, ma chi ama veramente questa Pro Club resterà fino alla fine, se qualcuno l’ha abbandonato significa che probabilmente non possedeva la passione per questa modalità.

PC – Purtroppo, come accennato nella prima risposta, quest’anno è stata troppo troppo lunga l’attesa. L’esperienza di gioco ne ha risentito e parecchio. E’ risaputo che quando ci si allena per una competizione, con partite a cadenza settimanale, la tensione rimane alta durante la maggior parte della settimana. E’ normale che il lavoro durante gli allenamenti, debba essere finalizzato a qualcosa. Ne consegue che fisiologicamente, non avendo la minima idea di quando il campionato sarebbe ricominciato, il mordente è un po’ venuto meno. Lo stile di gioco non è cambiato, ma abbiamo fatto davvero tanta fatica. Adesso, finalmente, riprenderanno le competizioni e siamo già molto carichi in vista della partita di stasera contro FC Crazy Eleven.

 

Passiamo quindi ai saluti, ragazzi grazie ancora per la vostra disponibilità e in bocca al lupo per la stagione in procinto di iniziare!

PS4 – Grazie mille a voi ed un saluto ai lettori, spero che le mie risposte siano state esaustive. Viva il lupo.

Xbox – Grazie a voi, ciao!

PC – Grazie mille a voi!


Ricordiamo ai nostri lettori di seguire le nostre pagine FacebookTwitter e Instagram per non perdervi nessun aggiornamento #OrangeBlack! Stay tuned!


Scritto da Arcangelo Manfredonia

Scroll Up