Il team di Lol in trasferta a Lucca

Il recap del playday 4 nella cattedrale dell'esport

EVC LOL: spettacolo alla eSports Cathedral del Lucca Comics and Games!

E’ stato un fine settimana entusiasmante per l’esport nella magica sede della chiesa sconsacrata di S. Romano, dove lungo tutto l’arco del Lucca Comics and Games abbiamo potuto assistere a diverse partite di League of Legends e di altri giochi.

Per quanto riguarda i nostri Devils, erano all’assoluta ricerca di rivalsa dopo un avvio non molto positivo nella ESL Vodafone Championship. Avversari di giornata i Racoon, che tra le loro fila schierano l’indimenticato Kim ‘Phantomles‘ Storm, assieme a Baloo, Khema, Traitor Shield. 

Gli inFerno eSports rispondono con Jacopo ‘TheGame‘ Tantimonaco nella Corsia Superiore, Dusan ‘Ryuzaki’ Petkovic nel ruolo di Jungler, la coppia Daniel ‘Unbanned’ Liguori e Marco ‘Bloody‘ Hu nella Corsia Inferiore, mentre finalmente fa il suo esordio con la maglia ArancioNera il midlaner ungherese Pol ‘aadm‘ Gabor.

Nella prima partita della serie, viviamo una situazione di sostanziale equilibrio per l’early ed il mid-game di partita: mentre l’Urgot di Baloo, anche aiutato da Khema, dà non pochi problemi al Viktor di TheGame, in Corsia Centrale è la LeBlanc di aadm a prendere vantaggio sulla Syndra di Phantomles. La partita cambia marcia al minuto 11, in seguito all’azione che state per vedere.

 

Questo grande vantaggio consente agli inFerno di iniziare, lentamente quanto inesorabilmente, ad accumulare vantaggio sui poveri procioni che, nonostante l’ottimo primo game di Baloo, dopo 39 minuti devono lasciare il loro nexus ai Devils. Un buonissimo esordio per aadm che, complice un’intesa già convincente con il serbo Ryuzaki, riesce ad incidere moltissimo sul risultato di questo game d’apertura.

Racoon che nel secondo game partono agguerritissimi, mettendo Cassiopeia su Phantomles e Varus su Traitor; riescono inoltre ad ottenere nuovamente Urgot e a metterlo nelle mani di Baloo, e questo sarà importantissimo nell’esito della seconda e ultima partita della serie. Gli inFerno rispondono con una composizione che vede moltissimo danno in Aatrox, Taliyah, Vel’koz e Sivir, volendo evidentemente puntare al late game scaling. Purtroppo per loro, il vantaggio accumulato prima dell’estrema fase di partita (oltre i 40 minuti) da parte dei procioni, in particolare nella toplane, consentono a questi di pareggiare la partita, nonostante una difesa strenua di aadm e Unbanned.

Due partite molto combattute e interessanti sono riuscite ad appassionare il pubblico presente alla Esports Cathedral, le due squadre non si sono certo risparmiate e alla fine il pareggio è stato il risultato più giusto. Ora testa ai prossimi impegni, l’obbiettivo è migliorare il più possibile per raggiungere le finali di ESL Vodafone Championship e coronare così questo fantastico anno esport del nostro team!

Scroll Up