I momenti decisivi di EIC17

Il racconto del primo e del secondo playday dell'ESL Italia Championship degli inFerno eSports

EIC17: i momenti salienti vs il Team Qlash e il Brescia eSports!

Si apre con una sconfitta la prima esperienza in ESL Italia Championship di League of Legends per i nostri OrangeBlack, sui quali il Team Qlash Academy ha avuto la meglio con il risultato di 2-0. A discapito di quanto può esprimere il finale, però, la serie è stata aperta e combattuta, in particolar modo nel primo dei due scontri.

I cinque Diavoli, infatti, dopo una dozzina di minuti di assolo da parte degli avversari, reagiscono alla grande grazie all’ottimo Varus di Cristian ‘Sharpie‘ Spanu che, in una situazione assai sfavorevole, riesce a capovolgere l’esito del dive sotto la torre della corsia inferiore.

Preso coraggio da questa bella azione del nostro Ad-Carry e di tutto il roster, gli InFerno iniziano a macinare gioco, arrivando a catturare, in meno di 10 minuti, sia il Messaggero della Landa che il Barone Nashor, grazie soprattutto a questo scontro di squadra in cui i nostri eseguono perfettamente, riuscendo ad togliere la vita a quattro avversari.

I nostri si trovano quindi per la prima volta nella partita in vantaggio di oro, ma TQA Valus, in gran spolvero con la sua Orianna, riesce in qualche modo arginare la pressione che i Diavoli, forti dell’accoppiata Varus/Lulu, stanno imprimendo sulla mappa. Gli InFerno catturano comunque il secondo Barone Nashor della partita, che consente loro di distruggere l’inibitore della corsia inferiore.

Ma è proprio nel miglior momento degli InFerno che accade l’irreparabile: i Diavoli, forse greedy in questo frangente, decidono di iniziare la cattura del Drago Antico, ma questa decisione si rivela disastrosa: i TQA sopraggiungono e, grazie ad una Tristana che ormai ha superato il punto di non ritorno e, nelle mani di Trust, infligge davvero troppi danni ai vari Maokai e Cho’Gath. Finisce nel peggiore dei modi per i nostri: solo Hagai ‘JazzC’ Wolf rimane vivo, ma non può nulla contro l’intero schieramento nemico che, preso il Drago Antico, si dirigono verso la base blu e distruggono il Nexus.

Il secondo game inizia male per i Diavoli: nella corsia inferiore la Morgana di TQA Darkcrhi, vero MVP di questa serie, sembra non essere in grado di mancare un solo Legame Oscuro, lasciando ben poco spazio al duo Tristana/Rakan scelto da coach Aleksanteri ‘ATL’ Leinonen. Nella corsia centrale figura bene il nostro Kim ‘Phantomles’ Storm, che riesce a prendere un vantaggio con la sua Syndra, ma allo stesso modo il Gangplank di Mush semplicemente outscala Skel e il suo Shen. L’ottimo macroplay dei TQA consente loro di giungere alla vittoria in maniera tanto silenziosa quanto pragmatica: le due sole uccisioni negli ultimi 10 minuti di partita da parte dei TQA testimoniano come i nostri avversari abbiano condotto con intelligenza lo scontro forti del vantaggio ottenuto nell’early game, riuscendo a distruggere il Nexus senza quasi aver bisogno di eliminare i campioni degli InFerno. GG Team Qlash Academy!

Nella seconda sfida del giorno i Diavoli hanno saputo rialzare la testa, superando in due scontri gli altri esordienti in questa competizione, i Brescia Esports. Tale vittoria sicuramente permette agli InFerno di guardare al futuro con maggior ottimismo, essendo comunque riusciti a dimostrare, nella prima settimana di questa competizione, di potersela giocare con tutti gli avversari. La prossima settimana gli OrangeBlack sono attesi alla prova del nove, contro i freschi campioni di Lega Prima dei Team Forge, sulla carta la compagine favorita alla vittoria finale dell’ESL Italia Championship. Si scende nella Landa alle 18 di mercoledì 18 ottobre, sicuramente un appuntamento da non perdere!

Scroll Up