ESL Italia Championship, ormai ci siamo!

Preparatevi a tifare gli OrangeBlack nell'atto conclusivo di quest'edizione estiva di EIC!

EIC Summer 2018: le parole di Saddy alla vigilia delle Final Four

La regular season di ESL Italia Championship oramai appartiene al passato: per i Devils del team di League of Legends la testa è tutta alle Final Four in programma sabato 30 giugno e domenica 1 luglio nella fantastica location del Vodafone Theatre di Milano. Ad attenderli, nella prima semifinale del fine settimana, ci saranno gli Outplayed che, ricorderete, nello scorso Split di EIC ci eliminarono proprio in semifinale in quel del Torino Comics. La voglia di rivalsa da parte nostra è tanta, anche se nessuno del quintetto ArancioNero sceso nella Landa a dicembre sarà presente: al posto di Skel ci sarà Silverio ‘Deidara‘ Masi; nel ruolo di supporto che fu di Jerry oggi vediamo Marco ‘BloodyMark‘ Hu; in Giungla è il greco Theofilos ‘Tunaraz‘ Pa

padopoulos ad aver sostituito il mai abbastanza rimpianto Luque, migrato assieme al Tiratore Sharpie alle aquile Cyberground Gaming; al suo posto ci sarà Pierpaolo ‘Saddy‘ Oliva, mentre la stellina Kim ‘Phantomles‘ Storm, l’unico dei protagonisti di quella LAN a non aver lasciato gli inFerno, non sarà comunque disponibile e verrà sostituito dal polacco Mateusz ‘Eberkazak‘ Strak.

Alla vigilia di questo cruciale impegno, abbiamo voluto fare due chiacchiere proprio con Saddy, uno dei più validi Tiratori italiani e punta di diamante per la nostra squadra.

– Bentrovato Saddy, uno dei giocatori più giovani nel panorama italiano! Nonostante la giovane età (18 anni appena compiuti, n.d.r), hai già parecchia esperienza

alle spalle: che cosa ti ha spinto ad intraprendere la strada del competitive su LoL?

– Ciao a tutti! Diciamo che, essendo di mio una persona molto competitiva in generale, mi sembrava il percorso più naturale per me su League of Legends. Ovviamente è competendo con giocatori via via più forti che si migliora sempre di più, e la volontà di migliorarmi cresce di conseguenza.
– Un passato tra iDomina e Team Forge, due tra i più importanti team in Italia. Che cosa credi di avere imparato durante la permanenza con queste due organizzazioni?
Sono entrato negli iDomina molto giovane e inesperto, sicuramente sono migliorato molto a livello di coordinazione con il resto della squadra; una volta passato ai Forge, ho colmato le mie più grandi lacune come giocatore nell’ambito del macro game. Rimango sempre un giocatore a cui piace giocare aggressivo, ma lo faccio con più consapevolezza adesso di quanto accadeva qualche tempo fa.
– A Milano per le finali di EIC non sarà presente Phantomles: al suo posto giocherà Eberkazak che ha già ben figurato all’esordio in maglia ArancioNera nel PG Nationals. Come ci si adatta in così poco tempo a giocare con un nuovo membro della squadra? 
Ci dispiace molto che Kim non possa aiutarci in questa importante sfida, ma Mateusz è un giocatore di grande esperienza, che ha saputo mettere se e la sua ottima conoscenza del gioco al servizio della squadra. Sarà un valore aggiunto per gli inFerno, in quel di Milano.
– Ultima domanda per te Saddy: da qualche tempo hai ritrovato agli inFerno eSports il tuo ex supporto ai Forge, BloodyMark. Come è stato ritrovarvi assieme in botlane a vestire i colori dei Devils?
– E’ stato molto interessante: avendo già giocato assieme, non siamo dovuti partire da zero nel costruire la sinergia tra Tiratore e Supporto, rendendo più semplice e veloce il suo ingresso nei meccanismi di squadra. Nelle ultime uscite, poi, il suo Alistar è stato davvero ottimo e siamo molto fiduciosi l’uno con l’altro.
– Grazie mille Pierpaolo, ci vediamo a Milano!
– Of course guys, see you there! 
Una delle giocate di questo Split di Saddy, come sempre estremamente aggressivo e spettacolare!
Scroll Up