Vedremo la competizione in Italia?

EA Sports e FIFA vendono i diritti televisivi

Ad Ottobre, Electronic Arts e FIFA hano annunciato la creazione della World Cup equivalente virtuale alla controparte calcistica. La FIFA Interactive World Cup (FIWC) è stata poi ribattezzata in FIFA eWorld Cup e la sua prima edizione si terrà ad Agosto 2018 e vedrà competere 32 giocatori.

I tornei di qualificazione sono già cominciati e ad EA Sports si sono attivati per la vendita dei diritti televisivi.

I sei tornei FIFA 18 Global Series Qualifiers selezioneranno i 128 giocatori (64 su PlayStation 4 e 64 su Xbox One) che si qualificheranno per i Global Series Playoff, i quali si terranno a Giugno.
Qui, 32 giocatori (16 per piattaforma) guadagneranno il lasciapassare per il torneo finale, che, come detto prima si terrà due mesi più tardi.
È il secondo anno che FIFA e EA Sports provano a rivoluzionare completamente la loro competizione principale. Nell’ultimo torneo, come potrete ricordare, sono stati invitati a partecipare alcuni team di calcio di livello mondiale come Paris Saint-Germain, Manchester City, Schalke 04.

La FIWC dell’anno scorso, che si è tenuta a Londra dal 16 al 18 Agosto 2017, ha avuto un montepremi di $268.000, col vincitore finale, Spencer “Gorilla” Ealing che se ne è portati a casa da solo $200.000. Il torneo è stato trasmesso in streaming su Twitch.tv ed ha generato un totale di 137.200 ore di visualizzazione. I numeri sono molto importanti anche se ancora “piccoli” se comparati ad altri titoli esportivi; ad esempio le EU League of Legends Championship Series (EU LCS) hanno totalizzato 930.000 ore di visualizzazione.

Twitch, essendo una piattaforma di gaming tradizionale, si è tirata fuori dalla scena competitiva di FIFA, quindi EA Sports dovrà guardare altrove per riuscire a vendere i diritti televisivi della competizione.

Vedremo la competizione anche in streaming in Italia? Non abbiamo la risposta a questa domanda ma sicuramente monitoriamo la situazione, il titolo di EA Sports ha sicuramente il potenziale per diventare uno degli esports più popolari.


Ricordiamo ai nostri lettori di seguire le nostre pagine FacebookTwitter e Instagram per non perdervi nessun aggiornamento #OrangeBlack! Stay tuned!


Scritto da Arcangelo Manfredonia

Scroll Up