Scopri come è andata l'avventura ai Nationals

Abbiamo anche intervistato il "Nonno"!

Denix e DevilMat agli Hearthstone Nationals

Abbiamo avuto il piacere di essere ai recentissimi Hearthstone Nationals gli scorsi 23 e 24 Giugno insieme a DevilMat e Denix. I nostri ragazzi non hanno guadagnato l’accesso alla fase finale (scores rispettivamente di 3W3L e 4W2L sfortunatissimi) ma hanno comunque ben figurato in vista dell’attesissimo Tour Stop di Varese che avrà luogo dal 6 all’8 Luglio, e pertanto meritano i nostri più sentiti complimenti!

Denix e DevilMat


Abbiamo anche approfittato dell’evento per avere ai nostri microfoni Yawgmoth, aka il Nonno.

Da un po’ ormai presta la sua esperienza ai ragazzi del team HS e quindi, quale miglior occasione per scambiare due chiacchiere?

Passiamo dunque a ciò che ci siamo detti e…

– Ciao Yawgmoth, grazie per essere qui con noi oggi!
Maaaa buongiorno! Grazie a voi per l’intervista! 😊

– Tutti abbiamo sentito parlare “leggermente” di te, quindi passiamo direttamente alle domande! Ormai è da più di un mese che collabori con noi di inFerno in preparazione del Tour Stop di Varese, ma come ti sei avvicinato al team? Conoscevi già Shura ed i ragazzi?
Shura in particolare lo conoscevo già, dopo la finale Italian Cup di ormai quasi due anni fa, Denix ho avuto il piacere di conoscerlo alla medesima Cup dell’anno scorso, mentre Saber92 e DevilMat li conoscevo prevalentemente per i risultati tra Dreamhack e Challenger. L’ avvicinamento al team è stato fortemente voluto dal presidente e da Shura, manager della sezione, che mi hanno cercato!

– Ma prima del Tour Stop di Varese, ci sono stati gli Hearthstone Nationals, proprio il fine settimana scorso, con te, DevilMat e Denix fra i 64 players qualificati; ci spieghi un po’ come è andata?
Beh diciamo che il risultato non è stato quello sperato, qualche low roll è molti match tra tag team ci hanno un po’ penalizzato, ma il livello era alto, nonostante abbiano vinto giocatori meno rinomati, e sono stato molto felice del lavoro e dei test svolti, tutto il team si è dimostrato disponibile e con voglia di fare bene. Un ottimo test per Varese.

– Infine, ci racconti un’aneddoto curioso o divertente nella tua avventura Heartstoniana?
Beh non posso che non citare la mia ragazza, credo che la cosa più assurda che mi sia capitata sia stato appunto di conoscere Valeria, giocatrice pure lei, proprio grazie a questo giochetto. Strana la vita!

Grazie, “Nonno”! Non ti rubiamo altro tempo prezioso e auguriamo a te e tutto il team solo ed esclusivamente il meglio! Buon lavoro ed in bocca al lupo! Ciao!
Grazie a voi, torno a testare allora! Ahhahah

 


Ricordiamo ai nostri lettori di seguire le nostre pagine Facebook, Twitter e Instagram per non perdervi nessun aggiornamento #OrangeBlack! Stay tuned!


 

Articolo di  Arcangelo Manfredonia

Scroll Up